Governo lega-cinque stelle: cosa succede davvero.

caricatura Luigi Di Maio

Il Governo lega-cinque stelle, fino ad oggi, ha avuto l’alibi e, soprattutto, il vuoto d’attenzione dovuto all’estate. Nessuna legge approvata, nessun decreto vero, nessun atto concreto da parte di questo Governo. Solo propaganda da social e qualche passerella. Da Settembre dovrebbe farsi sul serio, la gente, gli elettori dovrebbero iniziare a chiedersi cosa stia facendo per loro il Governo lega-cinque stelle, quello del cambiamento.

Prima o poi, infatti, il “lasciateli lavorare” dovrà far posto agli “ok ma cosa hanno fatto, cosa stanno facendo da quando si sono insediati?”. Settembre sarà il mese della legge di stabilità e li si dovranno fare i conti con la realtà, si dovrà mettere nero su bianco, si dovranno riportare numeri e dati. Non ci sarà più spazio per gli slogan, per i propositi futuri o per gli attacchi al passato. La legge di stabilità imporrà misure concrete, tangibili. Niente più alibi dunque.

Ma cosa davvero è successo fino ad oggi? Tralasciamo tutta la vergogna sulla gestione dei migranti (della quale abbiamo già parlato vedi http://www.contrordine.com/migranti-chi-sono-salvini-e-la-sua-propaganda-pericolosa/

L’ultima settimana è stata segnata da Ilva e Diciotti (tutto pur di tenere Genova lontana). Argomenti su cui il Governo lega-cinque stelle riporta cifre inesatte, dati imprecisi e conclusioni sbagliate!
Di Maio: “l’Italia versa 20 miliardi all’Europa e non ne riceve”.
Nel 2016 l’Italia ha versato 13 miliardi ricevendone 11 di cui il 44% va all’agricoltura, il massimo versato dall’Italia è stato 15 miliardi, tra l’altro l’Europa è una comunità e per tanto applica il principio civile di redistribuzione della ricchezza. Ora che possiamo diamo quando non potremo ci daranno.

Sulla Diciotti sono tutti clandestini. E che ne sai? Solo dopo otto giorni ha richiesto i controlli da parte del Viminale. I migranti sulla Diciotti sono eritrei nazione in guerra quindi hanno diritto di asilo. Ad EUCO nel mese di giugno Conte ha bloccato i lavori con veto per ottenere la redistribuzione volontaria dei migranti, sono tornati in Italia lui Di Maio e Salvini come se avessero ottenuto chissà cosa ma, forse, non sapevano volontaria cosa significa. Alla fine dopo aver avvelenato il clima, incitato all’odio e fomentato paure, i migranti vengono accolti dalla CEI. Signori la Cei è la Chiesa cattolica ed i migranti sono stati accolti vicino Roma. Italiani popolo di creduloni trattati come poveri fessacchiotti.

Sull’Ilva Di Maio: “secondo noi la procedura di assegnazione a Mittal è illegale” sempre Di Maio poi: ” non possiamo annullare se non c’è illegalità” della serie fai pace col cervello. A fine Settembre senza soluzioni Ilva fallirà e Di Maio darà la colpa ai governi precedenti ma stai da sei mesi sei il cambiamento fa qualcosa.

Ancora sulle promesse elettorali nulla è stato fatto. Argomenti, come il reddito di cittadinanza, restano promesse per tenere il popolo a bada.  Il disegno di legge giallo-verde sul ricalcolo delle cosiddette pensioni d’oro è di fatto morto e sepolto. Sembra ci sia uno scontro in atto perché si andrebbero a penalizzare le pensioni del nord. La Lega propone, più che altro, un contributo di solidarietà delle pensioni più alte a favore di quelle basse. Provvisorio, però, solo per due tre anni e solo sulla parte eccedente i 4000 euro netti. Come dire ancora una volta propaganda e fumo negli occhi.

Anche su Genova il governo è tutta fuffa, latita e fa solo chiacchiere. La regione Liguria ed il Sindaco di Genova hanno sistemato gli sfollati. Il governo dovrebbe, come spesso hanno fatto i governi precedenti, bloccare il pagamento delle tasse e dei mutui. L’unica soluzione sarebbe un decreto del governo che, di concerto con l’Abi e le banche interessate, intervenga per annullare del tutto l’obbligo di restituzione del mutuo per delle case che forse non ci saranno più. Per il momento il governo del cambiamento non ha emesso nessun decreto.

Ed ancora col Governo lega-cinque stelle: la Rai ha sospeso la messa in onda della fiction “Tutto il mondo è paese”, con Beppe Fiorello, che racconta la storia di Mimmo Lucano Sindaco di Riace e del suo modello di accoglienza migranti. Sarà un caso? Questo governo ancora vuole passare per vittima dei poteri forti, dei media che ingiustamente li attaccano. Oggi sono loro il centro di potere che ha occupato comunicazione, Rai, e tanto altro. Da un potere forte all’altro niente cambia, si è solo sostituito un cebtro di potere con un altro. Eh si quando tutto il mondo è paese mo c’è vo!

SOSTIENI LA LIBERA INFORMAZIONE

Precedente Partecipazione? Cosa resta di un vaffanculo. Successivo Ospedale del Mare di Napoli Est: l'apertura del Pronto Soccorso è segno di svolta