La ripartenza dell’Università a settembre. L’annuncio del Ministro Manfredi

università

Il mondo dell’Università si appresta a ripartire a settembre, dopo la chiusura e i rallentamenti dovuti al Covid.

università
photo web source: agi.it

Il ministro Gaetano Manfredi ha annunciato novità per la riapertura: “Il futuro significa riapertura delle attività in presenza delle università”.

Università: si riparte da settembre

Dopo la chiusura forzata da marzo a causa della pandemia da Coronavirus, l’Italia sta pian piano ripartendo. Un segnale positivo arriva anche dal mondo dell’istruzione: la scuola riaprirà i battenti, con le dovute precauzioni, a partire dal 14 settembre; il mondo dell’Università, anche, riparte a settembre.

“Il futuro è l’università” – dichiara Manfredi

Il futuro significa riapertura delle attività in presenza delle università, riavere i nostri studenti nelle nostre aule. Il semestre da settembre sarà prevalentemente in presenza. Ci sarà attività a distanza per garantire il diritto allo studio di chi non potrà essere presente per problemi familiari o geografici” – ha dichiarato il Ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi.

Le novità per quel che riguarda le tasse universitarie

La voglia e la volontà di ripartire in tutti i settori, anche quello dell’Università, è segno che l’Italia guarda avanti senza più paura del Coronavirus. Nel pieno del rispetto delle norme igienico – sanitarie e del distanziamento sociale, il ministro Manfredi annuncia: “Niente plexiglass ma reperimento di aule e allungamento dell’orario. E ci saranno anche interventi di carattere economico. Interverremo sulle tasse universitarie allargando la no tax area, fino a 20mila euro di reddito Isee non si pagheranno le tasse”.

manfredi
photo web source: orizzontescuola.it

Importanti novità, quindi, non solo dal punto di vista didattico, ma soprattutto economico: “Tra 20mila e 30mila ci saranno degli sconti molto importanti e ci saranno interventi specifici gestiti dalle singole università per intercettare le famiglie che hanno subito un calo di reddito improvviso e non fotografato dall’Isee” – ha dichiarato Manfredi – “Bisogna tornare in aula, nelle biblioteche e nei laboratori. L’università è un luogo di speranza, il futuro del Paese non può che partire dalle università”.

“Test d’ingresso alle facoltà in presenza”

Per quel che riguarda la didattica, nulla sarà rinviato o lasciato indietro, a partire dai test di ingresso alle facoltà: “I test di ingresso all’università, verranno tenuti in presenza. Verrà garantito il distanziamento e ci sarà un incremento del numero di sedi in cui verranno fatti i test per garantire un minore afflusso di persone” – ha concluso il Ministro.

manfredi 1
photo web source: repubblica.it

Passi avanti importanti anche per il mondo universitario. L’Italia riparte in tutti i suoi settori.

Fonte: rainews.it