Renato Zero compie 70 anni

Nel giorno del compleanno, il 30 settembre, Renato Zero fa un regalo ai fan con un cofanetto ricco di inediti: “RenatoZeroSettanta”

“Fuggirò per una destinazione ignota. Il compleanno per me è tutti i giorni. Ogni volta che apro gli occhi. Mi festeggio con una buona colazione, una passeggiata e facendo una visita agli amici”.

I bilanci non devono essere tardivi, se no le cose si accumulano. Bisogna avere il coraggio di guardarsi dentro, per questo io faccio un bilancio tutte le sere, rifletto e mi rammento di contattare qualcuno che ha bisogno del mio aiuto”.

Una carriera ricca di successi, una famiglia splendida, una paternità arrivata a 53 anni con l’adozione di Roberto. 

“La vita va condivisa perché ha tutto un altro sapore che in solitudine ma, anche se sono single, non sono solo, perché sono abitato da tutti”. A chi gli diceva ‘sei uno zero’, Renato oggi risponde: “Li ho fregati tutti. Oggi sono soddisfatto. Ho ricevuto tante porte in faccia, tante offese, il lavoro è stato duro, però c’è anche stato e c’è tanto amore dietro e davanti alle mie spalle”.

Dal 30 Settembre (giorno del suo compleanno) il suo regalo: Tre Album Vol.3 -2 -1. Ogni mese fino a Novembre con quaranta inediti imperdibili. Acquista qui il Volume 3

“Ho scritto tutte queste 40 canzoni durante il lockdown. Meglio fare tutto e subito, visto che qua non sappiamo a cosa andiamo incontro” – ha dichiarato, in una sua recente intervista, – “Tre cd di inediti che, come è mio costume, non usciranno tutti insieme, ma a cadenza mensile, a partire proprio dal prossimo mercoledì, 30 settembre, giorno del mio compleanno”. Leggi di più apri l’articolo cliccando qui

ZEROSETTANTA
Volume Tre
1. Il linguaggio della Terra
2. L’angelo ferito
3. Come fai
4. Poca vita
5. Stai giù
6. Più amore
7. Chiedi scusa
8. È l’età
9. Innamorato di me
10. Sognando sognando
11. Gli ultimi
12. Seduto sulla Luna

L’Angelo ferito

Chi ha corrotto quello specchio
quello lì non sono io
Son sparite le mie ali
quel collare non è mio
Ero un angelo perfetto
pronto per servire Dio… chi mi ha spento?
Un angelo lo giuro
bell’anima la mia
Mi bastava una carezza
spazi per volare via
Sempre forte il desiderio
ogni casa fu la mia…
Chi mi ha spento?
Tradito dalla smania incalzante del mondo
Avere tutto subito, tutto in un giorno…
Sono l’angelo ferito
mi hai tradito ingenuità

A quel mondo gli ho creduto
e alla fine eccomi qua
Sempre appeso a un manifesto
me la caverò così
Esibendo il mio talento…
fino ad arrivarvi lì
Non so perché
proprio a me… mi spengono
La fortuna è nelle braccia
nella forza di un’idea
Un’accattivante faccia
ed un grammo di follia
Finché non arriva un mostro
che ci fotte l’energia… Che ci ha spenti
Più difficile il decollo
cieli viola su di noi
Non si parte né si arriva…

Prenota subito il volume II - non restare senza -

Zerosettanta Vol.2

“Tu vola alto amico caro, pure per chi non ce la fa, per chi di un sogno è prigioniero, per chi rinuncerà. Pensa in grande e fallo ancora tu cavalca quell’idea; suda, incazzati e poi prega e quando puoi tu scappa via che soffrire di coraggio è la più bella malattia! Vola alto!”